FINALITA'
Finalità generali dell'iniziativa

La “Associazione Liberi nel vento” è costituita da soci che vantano un'esperienza nel campo dello sport della vela, nella gestione di circoli sportivi velici e organizzazione di regate

 

COMPONENTI CONSIGLIO DIRETTIVO

Cognome e nome

Cariche sociali

Malavolta Daniele

Presidente

Salvatori Marco

Vice presidente

Mariani Fabio

Segretario ed Atleta

Cocciaro Cinzia

Consigliere ed Atleta

Vittori Massimiliano

Consigliere


Finalità dell’associazione sono:

 

  • attrarre al mondo della vela persone disabili e normali amanti del mare e del vento;

  • organizzazione di corsi di vela per persone con disabilità su imbarcazioni 2.4mr e Hansa303;

  • attività agonistica finalizzata alla partecipazione di regate delle classi 2.4mr e Hansa303;

  • organizzazione di manifestazioni veliche delle classi 2.4mr e Hansa303

  • attività di promozione dello sport della vela nelle scuole con progetti di Alternanza Scuola Lavoro e Vela Scuola della Federazione Italiana vela

  • collaborazione con realtà associative del territorio per la promozione dello sport ed il divertimento per tutti e campagne di sensibilizzazione alle tematiche legate alla disabilità.

  • organizzazione di progetti di promozione dello sport della vela rivolti ad assistiti INAIL

  • o sviluppo di attività terapeutiche e ricreative attraverso la vela, volgendo attenzione alle aree di disagio sociale; 

  • Fornire nel territorio del Fermano, e della Provincia di Ascoli Piceno in particolare, servizi integrati ed innovativi nell’organizzazione di corsi vela per disabili, in grado di soddisfare le esigenze delle persone disabili; 

  • Promuovere lo sviluppo del turismo per disabili nel territorio di riferimento;  

Le iniziative sono possibili anche grazie alla Lega Navale Italiana sezione di Porto San Giorgio con cui collaboriamo attivamente da anni nell'organizzazione delle attività sociali e nautiche. 

 

Corso velico per persone disabili

 

Attività di avvicinamento allo sport della vela su imbarcazioni della classe 2.4mr e Hansa303, previa visita medico sportiva, con lezioni teorico pratiche. Normalmente i corsi di vela vengono organizzati nel periodo estivo, Giugno-Settembre. Il corso risulta così strutturato:

  • 1 uscita in mare di avvicinamento ed introduzione della durata di massimo tre ore;

  • 6 uscite in mare della durata di circa tre ore.

  • Non sono previsti gradi di qualifica, ma resta possibile l'utilizzo di imbarcazioni 2.4 o Hansa303 con relativo Istruttore al seguito e la partecipazione alle uscite in mare di gruppo su di un'unica imbarcazione ed alle altre attività dell'Associazione.

 

Corsi di avviamento agonistico per persone disabili

 

  • Questo corso è pensato per quei disabili che intendono svolgere attività agonistica ed avere una preparazione specifica per quanto riguarda le modalità di come affrontare un percorso di regata . La possibilità di partecipare a meetings e manifestazioni sia nazionali che internazionali.

 

Nella sezione “Imbarcazioni” sono spiegate le derive della classe 2.4mr e Hansa303.

 

LA BASE NAUTICA ASD LIBERI NEL VENTO

Dal 26-08-2020
C.I.C.O. CAMPIONATO ITALIANO CLASSI OLIMPICHE

PRESENTAZIONE CAMPIONATI ITALIANI CLASSI OLIMPICHE - FOLLONICA 2020

 Il Golfo di Follonica si prepara alla "piccola Olimpiade" della vela azzurra (XXVII edizione)

Dal 16 al 20 settembre oltre 200 atlete e atleti in regata, con presenze anche dall'estero

Presenti i velisti azzurri in preparazione dei Giochi di Tokyo

Grande attenzione a protocolli e dispositivi di sicurezza

Presenti il Vicepresidente CONI Alessandra Sensini e il Presidente FIV Francesco Ettorre

 Il Golfo di Follonica si prepara a un grande evento sportivo della grande vela di fine estate, con tutte le cautele e i protocolli di sicurezza sanitaria necessari a evitare contagi: dal 16 al 20 settembre il mare su riempirà di vele, con oltre 200 tra atlete e atleti di 10 classi olimpiche e due paralimpiche che daranno vita al CICO 2020, i Campionati Italiani delle Classi Olimpiche.

La presentazione dell'evento si è svolta in diretta social con la presenza del Vicepresidente CONI Alessandra Sensini, che da grossetana conosce bene questo territorio e il suo mare, e il Presidente FIV Francesco Ettorre.

Il CICO è una delle principali Regate FIV, e nella sua versione unificata con tutte le classi in unica località e stessa data, giunge quest'anno alla XXVII (ventisettesima) edizione, dall'esordio del 1994 sul lago di Garda. Follonica ospita per la seconda volta il CICO, dopo l'edizione del 2012, nell'anno dei Giochi di Londra, e si presenta col nuovo volto dopo i lavori alle dighe che consentono l'uscita e il rientro delle barche con qualsiasi condizione meteorologica.

All'edizione del CICO di Follonica 2020, assegnata dalla FIV all'organizzazione della Lega Navale Italiana di Follonica, con il Club Nautico Follonica e il Club Nautico Scarlino, sono attesi oltre 200 regatanti suddivisi nelle 10 discipline olimpiche della vela (più le novità del Kiteboard e del nuovo windsurf IQ Foil che saranno ai Giochi dal 2024) e nelle due classi "parasailing". A conferma della considerazione della vela italiana, è prevista la presenza di numerosi equipaggi internazionali, già presenti in Italia per allenarsi con gli azzurri. Presente al gran completo la squadra nazionale della vela italiana, con le atlete e gli atleti in preparazione per le prossime Olimpiadi di Tokyo 2020, slittate al 2021. Tra italiani e stranieri, saranno in gara equipaggi campioni del mondo ed europei, e ci sarà l'eccezionale presenza di alcune medaglie della vela agli ultimi Giochi di Rio 2016.

Il tema della sicurezza sanitaria sarà centrale nell'evento: FIV e Circoli organizzatori hanno previsto una serie di misure che seguono e rinforzano i protocolli previsti per le manifestazioni sportive, oltre all'uso dei dispositivi di protezione individuale e alle sanificazioni. Le iscrizioni si fanno online tramite la app MyFedervela, che gestisce anche i comunicati della Giuria e le classifiche. Per mantenere il distanziamento ed evitare assembramenti saranno limitate anche le udienze della Giuria, con il potenziamento dell'arbitraggio diretto in mare.

IL PROGRAMMA - L'apertura del CICO 2020, con il tradizionale alzabandiera e con una presenza ridotta e distanziata di atleti, è prevista al Marina di Scarlino mercoledi 16 settembre alle 19:00. Le regate si svolgeranno da giovedi 17 a domenica 20 con partenza alle 12. Cinque i campi di regata predisposti, da Torremozza al Puntone di Scarlino: da Nord a Sud ci saranno il campo dei doppi 470 maschili e femminili insieme al singolo Finn; il campo dei Kite e dei windsurf; davanti alla spiaggia che ospita la sede della LNI il campo delle classi più numerose, Laser Standard maschile e Laser Radial femminile; più a Sud il campo delle classi in doppio acrobatico 49er maschile e 49er FX femminile, e del catamarano misto foiling Nacra 17; infine verso il porto del Puntone il campo delle due classi Parasailing 2.4 mR e Hansa 303.

La cerimonia di premiazione è prevista domenica 20 con un palco allestito alla LNI Follonica e sempre con percorsi e logistica che garantirà protocolli e distanziamenti.

Coinvolti nella manifestazione oltre 30 Ufficiali di Regata, coordinati dal Race Director Guido Ricetto e dal Presidente della Giuria Marco Tosello. Imponente anche il dispiegamento dei mezzi di assistenza: saranno in mare quasi 40 mezzi con un centinaio di volontari, cui si aggiunge la gestione a terra che prevede altri 20 volontari per le operazioni di varo e alaggio, e gli addetti alla Segreteria del campionato.

COME SEGUIRE LE REGATE - Classifiche e comunicati saranno consultabili, oltre che sulla app MyFedervela, anche sul sito ufficiale dell'evento, www.regatedelgolfo.it, e ovviamente sul sito della FIV, www.federvela.it, che pubblicherà anche gallery fotografiche e clip video di ogni giornata. News, foto, video, interviste, curiosità e aggiornamenti anche sui social della FIV (Facebook, Twitter, Instagram e Youtube). Comunicati stampa, risultati e interviste saranno inviati giornalmente ai media.

PARTNER - Essendo una delle principali Regate FIV, il Campionato Italiano Classi Olimpiche ha tutti i partner della Federvela: Falconeri, Mercedes-Benz Vans, Cetilar, Yamaha, Garmin, Armare, Usail, bimar Medisana e Guldmann. I partner locali sono invece l'associazione Vela Insieme, per le classi Parasailing, e lo shop Surf Relax per l'area Kite e windsurf.

Francesco Ettorre, Presidente FIV: "E' inevitabile sottolineare quanto sia centrale per l'attività federale l'appuntamento con il Campionato Italiano delle classi olimpiche in versione unificata, una festa e insieme un grande momento di confronto tra gli atleti delle squadre nazionali e i tanti praticanti in tutta la penisola, dai più giovani ai master. Il CICO è sempre un termometro del nostro movimento, e in questo anno così difficile e particolare giunge a conclusione di una estate che ha visto numeri record delle nostre scuole vela, un dato che ci fa sperare nel futuro. A Follonica si sta facendo un grande lavoro e di sicuro vedremo tanta grande vela, anche grazie alla presenza qualificatissima di numerosi equipaggi stranieri che si stanno allenando in Italia."

 Alessandra Sensini, Vicepresidente CONI: "Sono felice che il CICO; la regata più importante pr la FIV, sia a Follonica, un golfo che è come casa mia, e che offre condizioni ottime e anche variabili risultando molto tecnico. Sarà una regata bellissima perchè vedremo i nostri migliori atleti, quelli che ci rappresenteranno anche alle prossime Olimpiadi, ma anche molti giovani al loro esordio sulle classi olimpiche juniores, purtroppo senza aver concluso la carriera giovanile a causa del lockdown."

Andrea Leonardi, Presidente II Zona FIV (Toscana): "Il CICO torna in Toscana dove c'è tanta attività e impegno della base e dei club, ed è un giusto premio avere questa manifestazione importante, un grande onore per tutti anche considerando quest'anno particolarmente complesso. Quello di Follonica è uno dei comitati di circoli tra i più antichi e storici in Italia, e questo credo sia una garanzia con i tempi che corrono, avere a disposizione tanta esperienza è determinante."

Bruno Tamburini, Presidente della Lega Navale Italiana di Follonica: "Ringrazio per la presenza i vertici del CONI e della FIV, tutte le autorità, la Capitaneria di Porto, il Commissario per il Comune di Follonica, l'assessore al Turismo del Comune di Scarlino, le testate presenti, che avvalorano questa regata come la più importante della stagione FIV. Come Circoli ci stiamo impegnando al massimo per portarla a termine nel migliore dei modi e speriamo che il Golfo si confermi campo di regata eccellente."

Dal 11-09-2020
Il Lions club dona un carrello alla Liberi nel Vento

Domenica scorsa il Lions Club Fermo-Porto San Giorgio, con il presidente Sabino Mangino, ha donato all’associazione ‘Liberi Nel Vento’ un carrello stradale/rimorchio per trasportare quattro barche e un gommone. ‘Liberi Nel Vento’, infatti, si occupa di sopperire alle disabilità fisiche, mentali e sensoriali attraverso lo sport della vela, ritenendo che il mare sia un setting ambientale eccezionale, quasi totalmente inutilizzato dal punto di vista psicosociale.

Il Presidente del Lions Club Fermo-Porto San Giorgio ha motivato questo gesto evidenziando come “i Lions sono sempre disponibili all’azione concreta, per cercare anche di alleggerire l’immaginabile disagio sociale e le altre difficoltà insite in ogni qualsivoglia disabilità, consci che le disabilità debbano essere viste come ‘un’arte’, un modo ingegnoso di vivere.
In tutto ciò lo sport può aiutare a vivere e dovrebbe essere visto come lo strumento migliore per un’integrazione, senza barriere ed ostacoli, tra diversamente abili e normodotati. L’obiettivo è quello di sfruttare il mare e la vela come mezzi eccezionali per avere l’occasione di incontrarsi e mettere in gioco le proprie risorse”.
Il presidente dell’associazioni ‘Liberi Nel Vento’, nel ringraziare il presidente Sabino Mangino ed il Lions Club Fermo-Porto San Giorgio, ha evidenziato come questo gesto vada ad “arricchire la dotazione nautica dell’associazione, aiutando le persone che pensano di trovarsi in un disagio irreversibile a trovare nuove risorse, speranze e ulteriori opportunità di sentirsi vive e per mitigare il proprio processo esistenziale, al fine di creare uno stato di benessere che faccia riscoprire se stessi e le proprie potenzialità”.